Peppino Impastato martire civile

Peppino Impastato martire civile

Contro la mafia e contro i mafiosi

128 pagine

Collana: PocketAutore: Augusto Cavadiisbn: 978-88-97050-61-2

-+

Giuseppe Impastato ha intuito che il potere mafioso è un sistema di violenza militare che le istituzioni statuali debbono contrastare, ma non soltanto. Mafia, infatti, è anche un codice etico-pedagogico: e Peppino ne ha infranto l’ereditarietà spezzando il legame con la famiglia mafiosa paterna. Mafia è anche una mentalità, una prospettiva sul mondo: ed egli ha non solo studiato per conto proprio, ma si è fatto promotore d’informazione alternativa. Mafia è anche un’attività economica (parassitaria, non produttiva): ed egli si è schierato, concretamente, contro le speculazioni illegali dalla parte dei contadini e degli operai. Mafia è anche un “soggetto politico”: ed egli ha ritenuto opportuno coniugare il lavoro sociale con la presenza nell’amministrazione civica, morendo assassinato da candidato al consiglio comunale della sua città.

Della stessa collana

Dello stesso autore

Newsletter

Iscriviti per ricevere le offerte sui nostri libri ed essere sempre aggiornato su appuntamenti ed iniziative.

Inviando i dati si acconsente all'uso di essi per quanto dichiarato nella Privacy